INSOLITO LIBANO 05/05/20 -12/05/2020

INSOLITO LIBANO 05/05/20 -12/05/2020

Un itinerario di 8 giorni per visitare il Libano, terra di grande fascino, che nonostante il difficile passato e le tensioni che ancora oggi infiammano il Medio Oriente, ha visto crescere negli ultimi anni l’interesse turistico.  Innumerevoli le attrattive: dalle sue antiche città, ai preziosi siti archeologici, all’ospitalità della sua popolazione. Lasciamo a voi lo stupore di scoprire l’immenso tesoro racchiuso in questo antico, eppur moderno Paese del Medio Oriente, dove coesistono diverse entità religiose e culturali. Da Beirut, la capitale, si visiteranno Tiro, al confine con Israele, Byblos, da molti considerato il porto più antico del mondo, e Baalbeck, l’imponente sito archeologico di epoca romana. Un viaggio all’insegna della scoperta e della cultura ma anche del buon cibo e del buon vino: si avrà infatti occasione di sperimentare la cucina libanese e si degusterà il vino in cantina.

1° giorno,5 maggio 2020                             ITALIA – BEIRUT (-/-/D)

Partenza al mattino da VERONA per BEIRUT , VIA ROMA con volo di linea  ALITALIA . Dopo il disbrigo delle formalità di controllo passaporti e ritiro bagaglio, incontro con la guida locale e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere e riposo. Cena di benvenuto  in hotel.

2 ° giorno,6 maggio 2020                            VALLE DEI CEDRI – BECHARRE – QOZHAYA (B/L/-)

Colazione in hotel. Incontro con la guida nella hall dell’hotel e visita alla “foresta dei Cedri”. Situata a circa 115km da Beirut, è una delle ultime tracce delle estese foreste di cedri che un tempo crescevano floride attraverso il Monte Libano nei tempi antichi. Conosciuta semplicemente come “i Cedri di Dio”, questo insediamento che sorge nella catena più alta del Libano è uno dei punti più drasticamente belli del paese.  Il suo pezzo forte è un antico boschetto di cedri, una pianta che per millenni è stata sinonimo del Libano stesso.  Appena sotto i Cedri c’è la città di Bsharre, luogo natale di Gibran Khalil Gibran, il famoso poeta, filosofo e pittore libanese.Uno stop sul tragitto per fare una foto panoramica dell’imponente valle di Quadisha che ingloba molte grotte naturali che sono state utilizzate come riparo e luogo di sepoltura addirittura già dal Paleolitico. Le prime comunità cristiane in fuga dalla persecuzione trovarono rifugio nella valle di Qadisha. Nel 1998 l’UNESCO aggiunse la valle alla lista dei Patrimoni Mondiali dell’umanità vista la sua importanza come sito di alcuni dei primi insediamenti monastici cristiani del mondo, ed il suo continuo esempio di antica fede cristiana.Il pranzo sarà servito in un ristorante locale.  Cena libera e pernottamento in hotel.

3° giorno,7 maggio 2020                             BAALBECK – ANJAR – KSARA ( B/L/-)

Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per Baalbeck (m. 1170), ove si arriva dopo circa un’ora di viaggio. Sito archeologico tra i più importanti del Medio Oriente, Patrimonio dell’Umanità dal 1984, Baalbeck è famosa per le monumentali rovine di alcuni tempi romani, risalenti al II e III secolo, quando nota con il nome di Heliopolis, nella provincia romana di Siria, ospitava un importante santuario dedicato a Giove Elipolitano. Al termine della visita si prosegue per Ksara: pranzo in ristorante locale e degustazione di vini. Nel pomeriggio visita al sito archeologico di Anjar di epoca omayyade. Ritorno a Beirut nel tardo pomeriggio: cena libera, pernottamento in hotel.

4° giorno, 8 maggio 2020            TRIPOLI – BATROUN – BEIRUT  (B/L/D)

Prima colazione in hotel. Il tour comincia con Tripoli, a Nord di Beirut e seconda capitale del Libano. Visita della città alla scoperta del suo Castello, delle moschee, del mercato e dei khan. Ritorno verso Sud. Tappa al monastero di Nostra Signora di Nourieh e a Batroun, per godersi una rinfrescante limonata. Pranzo in ristorante locale. Rientro in hotel, tempo a disposizione prima di recarsi in un ristorante locale dove ci attende una interessante lezione di cucina libanese per scoprire i segreti dei piatti più prelibati del paese. Al termine si cenerà  con i piatti preparati durante la lezione. Pernottamento in hotel.

5° giorno, 9 maggio 2020                            BYBLOS – JEITA – HARISSA  (B/L/-)

Colazione in hotel. Raduno nella hall, incontro con la guida, partenza in direzione Grotte di Jeita situate a circa 21km da Beirut, circa 45min di guida. Le grotte di Jeita sono un insieme di due grotte calcaree separate ma interconnesse, che raggiungono una lunghezza complessiva  di circa 9km. Benché abitate nella preistoria, la grotta più bassa non fu riscoperta fino al 1836 dal Reverendo William Thomson; può essere visitata solo in barca poichè collega un fiume sotterraneo che dà acqua fresca da bere a più di un milione di libanesi. Nel 1958, degli speleologi libanesi scoprirono le gallerie più alte a 60metri dalla grotta più bassa che era stata sistemata con un tunnel di accesso ed una seria di percorsi a piedi per permettere ai visitatori un ingresso sicuro senza turbare  il paesaggio naturale. Le gallerie più alte ospitano la stalattite più grande del mondo. Sono composte da una serie di stanze, la più grande delle quali culmina ad un’altezza di 120metri.  Oltre ad essere un simbolo nazionale libanese ed una destinazione turistica top, le Grotte di Jeita hanno un ruolo sociale, economico e culturale importante nel Paese. Sono state una dei 14 finalisti per l’elezione delle nuove 7 meraviglie naturali .La visita continua ad Harissa, dove Nostra Signora del Libano rappresenta uno dei santuari in onore della Vergine Maria più importanti del mondo. Il santuario è esaltato da un enorme statua di bronzo di 15tonnellate dell’Immacolata Concezione, Madre di Dio. È alta 8,5metri ed ha un diametro di 5 metri. La Vergine Maria allunga le mani verso Beirut. Il santuario di Nostra Signor del Libano  attrae milioni di fedeli sia cristiani che musulmani da tutto il mondo. Il 50esimo Giubileo del 1954 è stato anche il 100esimo anniversario della fondazione dell’Immacolata Concezione. Durante le celebrazioni del Giubileo, Papa Pio XII inviò il suo rappresentante, il Cardinale Angelo Roncalli in Libano, che sarebbe poi diventato Papa Giovanni XXIII. Papa Giovanni Paolo II visitò Nostra Signor del Libano nel 1997. Ad Harissa si può fare un giro nella famosa funicolare che attraversa la città di Jounieh, ammirando la sua spettacolare Bay View.Si procede la visita nella città di Byblos, città mediterranea nel Governatorato del Monte Libano. Si pensa sia stata occupata prima tra l’ 8800 e il 700 A.C. Fu costruita da Kronos come prima città Fenicia. È una della città note come più anticamente abitate al mondo, poiché gli insediamenti risalgono al 5000 A.C. . è Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.  La visita di Byblos offre la scoperta del Castello dei Crociati, l’antico porto con il castello, la Chiesa di St. John, il vecchio mercato (souk), le colonne Romane e l’anfiteatro e molto altro. Il pranzo sarà servito in un ristorante locale. Cena libera  e pernottamento in hotel.

6°giorno,10 maggio 2020                              SIDONE – TYRO – MAGHDOUCHE  (B/L/-)

Colazione in hotel. Inizio delle visite odierne da Sidone situato a circa 44km da Beirut, circa 45 min di strada. Tra  tutte le città libanesi Sidone è la più misteriosa, poiché il suo passato è stato di tragiche dispersioni e saccheggi. Il castello di Sidone è la cosa più importante da vedere,ed è stato costruito dai crociati come una fortezza della terra santa. Sidon è un affollato centro commerciale con l’atmosfera conservatrice e piacevole di una piccola città. Fin dai tempi persiani è nota come la città dei giardini e tutt’oggi è circondata da agrumi piantagioni di bananeSi procede con la visita di Tiro, a circa 38km da Sidone. La città, fondata all’inizio del terzo millennio A.c., era inizialmente formata da un insediamento sulla terraferma ed una modesta città isolana che giace a breve distanza dalla costa. Ma è dal primo millennio A.C. che la città vive il suo periodo d’oro. La città originale aveva due porti, uno nella parte sud ed uno nella parte nord dell’isola. Il porto nella parte nord dell’isola è stato in effetti uno dei porti più importanti dell’est Mediterraneo. Potrete vedere le antiche colonne, i bagni pubblici, l’Arco di Trionfo, l’ippodromo e molto altro. Al termine si prosegue per Magdouche, villaggio legato al Culto della Vergine Maria dove sorge il santuario Mariano di “Nostra Signora di Mantara”, fatto ereggere da Elena, madre dell’Imperatore bizantino Costantino. Il pranzo sarà servito in un ristorante locale. Cena libera e pernottamento in hotel.

7° giorno,11 maggio 2020                           BEIRUT – BEITEDINE – DEIR AL KAMAR (B/L/-)

Colazione in hotel. Incontro con la guida, e inizio delle visite con Beitedine, una piccola città nel Distretto dello Shuf del Governatorato del Monte Libano in Libano – capitale amministrativa del Distretto dello Shuf. La città è famosa per il Palazzo di Beiteddine, che ospita tutti gli anni il Festival estivo. Alcune parti del palazzo sono ad oggi aperte al pubblico mentre il resto fa ancora parte della residenza estiva del presidente. È possibile vedere l’Esposizione di Mosaici, il Museo delle Armi, alcune stanze reali, i giardini reali e molto altro.

Durante il tragitto si visiterà il Deir al-Qamar, che significa “Monastero della Luna”, ovvero un villaggio nel centro-sud del Libano, cinque chilometri fuori Beiteddine, formato da case di pietra con tetti di tegole rosse. Deir al-Qamar era la capitale e la residenza dei governanti del Libano. Degna di nota è anche la Moschea Fakhreddine del 15esimo secolo, il Palazzo Fakhreddine II, ed altri palazzi ed edifici amministrativi. Deir al-Qamar è conosciuta come Capitale degli Emiri. Persone di ogni contesto religioso vivevano qui per cui la città ha una moschea, sinagoga e chiese cristiane. Uno dei siti religiosi e storici più importanti di Deir al-Qamar si trova in Dany Chamoun Square: our Lady of the Hill nota come Saydet El Talle, chiesa Maronita che risale al 15esimo secolo. La Moschea di Fakhreddine fu costruita nel 1493 ed è la più antica del Monte Libano. Questa area del Libano è famosa per i panorami verdeggianti e per gli aspetti sia storici che naturali.Dopo le montagne torneremo indietro verso la costa e visiteremo la capitale e maggiore città del Libano, Beirut. Vale la pena fermarsi a visitare i siti archeologici delle antiche rovine nel distretto centrale della città recentemente rinnovato con straordinaria architettura.  Potrete vedere antiche Moschee Ottomane ed Antiche Chiese ed i bagni romani. La città di Beirut è famosa per i negozi, gli edifici, i ristoranti e gli hotel sia antichi che moderni. Pranzo in ristorante locale. Cena libera e pernottamento in hotel.

8° giorno,12 maggio 2020                           BEIRUT – ITALIA (B/-/-)

Prima colazione in hotel. In tempo utile trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea.

 Note: (B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

Il check in negli alberghi è solitamente alle ore 14.00 il check out alle ore 12.00 .Le mance non sono obbligatorie ma sono consigliate  a autisti e guide (calcolare circa 5 Euro a persona al giorno)

Visto:

Per i cittadini dell’area Schengen il visto si ottiene gratuitamente all’arrivo a Beirut.

Il passaporto deve avere una validità minima di sei mesi, NON DEVE CONTENERE TIMBRI DI ISRAELE SUL PASSAPORTO.

 

Quota individuale di partecipazione ( min 15 partecipanti )  €  1.470,00

Tasse  aeroportuali  ( soggetto a riconferma )                           €     255,00

Supplemento singola                                                                      €     350,00

Polizza annullamento viaggio  ( facoltativa )                             €       45,00

Risultato immagini per immagini del lebanon

OPERATIVO VOLI  ALITALIA DA VERONA

  AZ1490  05MAY  VRNFCO  0630 0730      VERONA – ROMA

  AZ 824    05MAY  FCOBEY 1155 1610          ROMA – BEIRUT

  AZ 825    12MAY  BEYFCO  1710 1945        BEIRUT – ROMA

  AZ1493  12MAY  FCOVRN   2150 2250      ROMA – VERONA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *